Sunday, September 15, 2019
 
Minimize

Art. 21 - Fatturazione delle operazioni [2]

Testo in vigore dal 1° gennaio 2010

Testo risultante dopo le modifiche apportate dall'art. 1, comma 1, lettera m), D.Lgs. 11 febbraio 2010, n. 18

1. Per ciascuna operazione imponibile il soggetto che effettua la cessione del bene o la prestazione del servizio emette fattura, anche sotto forma di nota, conto, parcella e simili [3] , o, ferma restando la sua responsabilità, assicura che la stessa sia emessa dal cessionario o dal committente, ovvero, per suo conto, da un terzo. L'emissione della fattura, cartacea o elettronica, da parte del cliente o del terzo residente in un Paese con il quale non esiste alcuno strumento giuridico che disciplini la reciproca assistenza è consentita a condizione che ne sia data preventiva comunicazione all'amministrazione finanziaria e purché il soggetto passivo nazionale abbia iniziato l'attività da almeno cinque anni e nei suoi confronti non siano stati notificati, nei cinque anni precedenti, atti impositivi o di contestazione di violazioni sostanziali in materia di imposta sul valore aggiunto. Con provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate [4] sono determinate le modalità, i contenuti e le procedure telematiche della comunicazione. La fattura si ha per emessa all'atto della sua consegna o spedizione all'altra parte ovvero all'atto della sua trasmissione per via elettronica.

2. La fattura è datata e numerata in ordine progressivo per anno solare e contiene le seguenti indicazioni [5] :

a) ditta, denominazione o ragione sociale, residenza o domicilio dei soggetti fra cui è effettuata l'operazione, del rappresentante fiscale nonché ubicazione della stabile organizzazione per i soggetti non residenti e, relativamente al cedente o prestatore, numero di partita IVA. Se non si tratta di imprese, società o enti devono essere indicati, in luogo della ditta, denominazione o ragione sociale, il nome e il cognome;

b) natura, qualità e quantità dei beni e dei servizi formanti oggetto dell'operazione;

c) corrispettivi ed altri dati necessari per la determinazione della base imponibile, compreso il valore normale dei beni ceduti a titolo di sconto, premio o abbuono di cui all' art. 15, n. 2 [6] ;

d) valore normale degli altri beni ceduti a titolo di sconto, premio o abbuono;

e) aliquota, ammontare dell'imposta e dell'imponibile con arrotondamento al centesimo di euro;

f) numero di partita IVA del cessionario del bene o del committente del servizio qualora sia debitore dell'imposta in luogo del cedente o del prestatore, con l'indicazione della relativa norma;

f-bis) il numero di identificazione IVA attribuito dallo Stato membro di stabilimento del cessionario o committente, per le operazioni effettuate nei confronti di soggetti stabiliti nel territorio di un altro Stato membro della Comunità (lettera aggiunta [7] dall'art. 1, comma 1, lettera m), numero 1), D.Lgs. 11 febbraio 2010, n. 18) ;

g) data della prima immatricolazione o iscrizione in pubblici registri e numero dei chilometri percorsi, delle ore navigate o delle ore volate, se trattasi di cessione intracomunitaria di mezzi di trasporto nuovi, di cui all'art. 38, comma 4, del decreto-legge 30 agosto 1993, n. 331 , convertito, con modificazioni, dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427;

h) annotazione che la stessa è compilata dal cliente ovvero, per conto del cedente o prestatore, da un terzo.

3. Se l'operazione o le operazioni cui si riferisce la fattura comprendono beni o servizi soggetti all'imposta con aliquote diverse, gli elementi e i dati di cui al comma 2, lettere b), c) ed e), devono essere indicati distintamente secondo l'aliquota applicabile. Per le operazioni effettuate nello stesso giorno nei confronti di un medesimo destinatario può essere emessa una sola fattura. In caso di più fatture trasmesse in unico lotto, per via elettronica, allo stesso destinatario da parte di un unico fornitore o prestatore, le indicazioni comuni alle diverse fatture possono essere inserite una sola volta, purché per ogni fattura sia accessibile la totalità delle informazioni. La trasmissione per via elettronica della fattura, non contenente macroistruzioni né codice eseguibile, è consentita previo accordo con il destinatario. L'attestazione della data, l'autenticità dell'origine e l'integrità del contenuto della fattura elettronica sono rispettivamente garantite mediante l'apposizione su ciascuna fattura o sul lotto di fatture del riferimento temporale e della firma elettronica qualificata dell'emittente o mediante sistemi EDI di trasmissione elettronica dei dati che garantiscano i predetti requisiti di autenticità e integrità. Le fatture in lingua straniera devono essere tradotte in lingua nazionale a richiesta dell'amministrazione finanziaria e gli importi possono essere espressi in qualsiasi valuta purché l'imposta sia indicata in euro.

4. La fattura è emessa al momento di effettuazione dell'operazione determinata a norma dell' art. 6 . La fattura in formato cartaceo è compilata in duplice esemplare [8] di cui uno è consegnato o spedito all'altra parte [9] . Per le cessioni di beni la cui consegna o spedizione risulti da documento di trasporto o da altro documento idoneo a identificare i soggetti tra i quali è effettuata l'operazione ed avente le caratteristiche determinate con decreto del Presidente della Repubblica 14 agosto 1996, n. 472 , la fattura è emessa entro il giorno 15 del mese successivo a quello della consegna o spedizione e contiene anche l'indicazione della data e del numero dei documenti stessi. In tale caso, può essere emessa una sola fattura per le cessioni effettuate nel corso di un mese solare fra le stesse parti. In deroga a quanto disposto nel terzo periodo la fattura può essere emessa entro il mese successivo a quello della consegna o spedizione dei beni limitatamente alle cessioni effettuate a terzi dal cessionario per il tramite del proprio cedente [10] .

5. Nelle ipotesi di cui all' art. 17 , secondo comma [11-7][11-7] , il cessionario o il committente deve emettere la fattura in unico esemplare, ovvero, ferma restando la sua responsabilità, assicurarsi che la stessa sia emessa, per suo conto, da un terzo.

6. La fattura deve essere emessa anche per le cessioni relative a beni in transito [12] o depositati in luoghi soggetti a vigilanza doganale [13] , non soggette all'imposta a norma dell' articolo 7-bis, comma 1 , e per le prestazioni di servizi rese a committenti soggetti passivi stabiliti nel territorio di un altro Stato membro della Comunità, non soggette al1'imposta ai sensi dell' articolo 7-ter [14-7][14-7] , nonché per le operazioni non imponibili di cui agli articoli 8, 8-bis, 9 e 38-quater , per le operazioni esenti di cui all' art. 10 , tranne quelle indicate al n. 6), per le operazioni soggette al regime del margine previsto dal decreto-legge 23 febbraio 1995, n. 41 , convertito, con modificazioni, dalla legge 22 marzo 1995, n. 85, nonché dall'art. 74-ter per le operazioni effettuate dalle agenzie di viaggio e turismo. In questi casi la fattura, in luogo dell'indicazione dell'ammontare dell'imposta, reca l'annotazione che si tratta rispettivamente di operazione non soggetta, non imponibile, esente ovvero assoggettata al regime del margine, con l'indicazione della relativa norma.

7. Se viene emessa fattura per operazioni inesistenti, ovvero se nella fattura i corrispettivi delle operazioni o le imposte relative sono indicate in misura superiore a quella reale, l'imposta è dovuta per l'intero ammontare indicato o corrispondente alle indicazioni della fattura.

8. Le spese di emissione della fattura e dei conseguenti adempimenti e formalità non possono formare oggetto di addebito a qualsiasi titolo (articolo così sostituito [15] dall'art. 1, comma 1, D.Lgs. 20 febbraio 2004, n. 52) .

Note:

1:- Per le operazioni con imposta ad esigibilità differita (IVA per cassa), cfr. art. 2, comma 1, D.M. 26 marzo 2009 .

2:- Per i provvedimenti in favore di popolazioni colpite da calamità, cfr. art. 11, commi 1 e 2, ordinanza n. 3024 del 30 novembre 1999 (provincia di Cagliari); art. 4, commi 1 e 2, ordinanza n. 3036 del 9 febbraio 2000 (Campania); art. 1, commi 1 e 2, D.M. 17 ottobre 2000 ( Piemonte, Valle d'Aosta e provincia di Savona) e art. 1, commi 1, 2 e 3, D.M. 16 novembre 2000 (Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Calabria); D.M. 29 novembre 2000 (Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Toscana, Emilia-Romagna, Piemonte, Lombardia, Veneto e Puglia e provimcia autonoma di Trento); art. 1, commi 1 e 2, D.M. 12 luglio 2001 (Lombardia); art. 1, comma 1, D.M. 9 agosto 2001 (provincia di Catania), art. 1, commi da 1 a 3, D.M. 13 novembre 2001 (province di Avellino, Caserta, Napoli e Salerno), art. 1, commi 1 e 2, D.M. 14 novembre 2002 (provincia di Campobasso), art. 1, commi 1 e 2, D.M. 14 novembre 2002 (provincia di Catania), art. 1, commi 1 e 2, D.M. 15 novembre 2002 (province di Campobasso e Foggia), art. 1, commi 1 e 2, D.M. 5 dicembre 2002 (Italia settentrionale), art. 1, commi 1 e 2, D.M. 9 gennaio 2003 (Provvidenti e Pietra Montecorvino), art. 1, D.M. 19 settembre 2003 (Friuli-Venezia Giulia), art. 1, D.M. 30 novembre 2004 e art. 1, D.M. 21 dicembre 2004 (provincia di Brescia), art. 9, commi 1 e 2, ordinanza n. 3531 del 7 luglio 2006 (provincia di Vibo Valentia), art. 1, comma 1, D.M. 13 marzo 2009 (comune di Roma), art. 1, D.M. 9 aprile 2009 (provincia di L'Aquila), art. 1, D.M. 8 ottobre 2009 (provincia di Messina) e art. 1, D.M. 26 febbraio 2010 (Emilia-Romagna, Liguria e Toscana).

- Per gli obblighi a carico della società bancaria conferitaria in caso di conferimento di istituti di credito di diritto pubblico, cfr. art. 7, comma 2-ter, legge 30-7-1990, n. 218, .

- Per la disciplina tributaria delle associazioni sportive dilettantistiche, cfr. art. 2, comma 1, legge 16-12-1991, n. 398 e art. 9, comma 3, D.P.R. 30-12-1999, n. 544 .

- Per il rilascio di ricevuta o scontrino fiscale per operazioni escluse dall' obbligo di emissione della fattura, cfr. art. 1, comma 1, D.P.R. 21-12-1996, n. 696

- Per la disciplina tributaria delle associazioni senza fini di lucro e delle pro loco, cfr. art. 9-bis, D.L. 30-12-1991, n. 417, .

- Per gli adempimenti delle imprese riunite per l' aggiudicazione di appalti pubblici, cfr. art. 23, D.L.gs 19-12-1991, n. 406, .

- Per la fatturazione delle operazioni intracomunitarie, cfr. art. 46, D.L. 30-8-1993, n. 331.

- Per la disciplina della scissione di aziende o complessi aziendali, cfr. art. 16, commi 11, lettera a) e 12, legge 24-12-1993, n. 537 .

- Per il regime speciale per beni usati, oggetti d' arte, di antiquariato o da collezione, cfr. artt. 36 e 38, comma 1, D.L. 23-2-1995, n. 41,.

- Per la regolarizzazione delle società di fatto o irregolari, cfr. art. 3, commi 73 e 75, legge 23-12-1996, n. 662,.

- Per gli adempimenti dei contribuenti minori, cfr. art. 3, commi 165, 166, lettera a), abrogati e comma 185, legge 23-12-1996, n. 662,.

- Per gli adempimenti dei contribuenti minimi, cfr. art. 3, commi 171, 172, lettera a), 184 abrogati e comma 185, legge 23-12-1996, n. 662,.

- Per le sanzioni applicabili in caso di violazione degli obblighi relativi alla documentazione, cfr. art. 6, commi 1, 2, 4 e 5, D.L.gs 18-12-1997, n. 471,.

- Per la disciplina tributaria degli esercenti attività commerciali da intrattenimento o spettacolistiche, cfr. art. 1, comma 1, art. 7, comma 2 e art. 11, comma 2, D.P.R. 30-12-1999, n. 544.

- Per la disciplina tributaria degli esercenti attività spettacolistiche che nell'anno solare precedente hanno realizzato un volume d'affari non superiore a 50 milioni di lire, cfr. art. 8, commi 2 e 4, art. 11, comma 2, D.P.R. 30-12-1999, n. 544

- Per la disciplina tributaria delle società sportive dilettantistiche costituite in società di capitali senza fine di lucro, cfr. art. 90, comma 1, legge 27 dicembre 2002, n. 289.

- Per la disciplina tributaria di associazioni bandistiche e cori amatoriali filodrammatiche, di musica e danza popolare, cfr. art. 2, comma 31, legge 24 dicembre2003, n. 350.

- Per gli adempimenti per i soggetti, che nell'esercizio d'impresa, acquistano tartufi da raccoglitori dilettanti od occasionali, cfr. art. 1, comma 109, legge 30 dicembre 2004, n. 311.

- Per la sospensione dei termini a favore di soggetti colpiti dall'emergenza dell'influenza aviaria, cfr. art. 5, comma 3-bis, D.L. 1° ottobre 2005, n. 202

- Per il regime tributario dei contribuenti minimi, cfr. art. 1, comma 100, legge 24 dicembre 2007, n. 244 .

3:- Per le operazioni effettuate dalle aziende e istituti di credito, cfr. D.M. 28-12-1972, D.M. 12-4-1979 abrogato e D.M. 12 febbraio 2004, n. 75. .

- Per le operazioni effettuate dalle imprese di assicurazione, cfr. D.M. 20-2-1973 e D.M. 12-4-1979 .

- Per le operazioni effettuate dagli artisti e professionisti, cfr. D.M. 31-10-1974 .

- Per le operazioni effettuate dalla Croce Rossa Italiana, cfr. D.M. 4-3-1976 .

- Per le operazioni effettuate a favore del personale dipendente, cfr. D.M. 26-7-1985 .

- Per le locazioni non finanziarie e gli affitti di immobili strumentali da parte di imprese di assicurazione, cfr. art. 2, D.M. 30-5-1989 .

- Per le prestazioni di servizi concernenti l' utilizzo di infrastrutture nei porti, autoporti, aeroporti e scali ferroviari di confine, cfr. D.M. 19-9-1990, .

- Per le operazioni effettuate dalle pubbliche amministrazioni per l' organizzazione di pacchetti turistici, cfr. D.M. 7-7-1998 .

- Per le operazioni effettuate dalle agenzie di viaggio e turismo, cfr. artt. 4 e 7, D.M. 30 luglio 1999, n.340 .

- Per il rilascio della fattura per gli acquisti di olii da gas, cfr. art. 1, commi da 1 a 3, Decreto direttoriale 24 giugno 1999 .

- Per le operazioni effettuate dalle agenzie di viaggio e turismo, cfr. artt. 4 e 7, D.M. 30 luglio 1999, n.340.

- Per il rilascio della fattura per gli acquisti di gasolio, cfr. art. 5, D.P.R. 9 giugno 2000, n. 277.

- Per la disciplina tributaria delle società sportive dilettantistiche costituite in società di capitali senza fine di lucro, cfr. art. 90, comma 1, legge 27 dicembre 2002, n. 289.

- Per la disciplina tributaria di associazioni bandistiche e cori amatoriali, filodrammatiche, di musica e danza popolare, cfr. art. 2, comma 31, legge 24 dicembre 2003, n. 350

- Per le operazioni con imposta ad esigibilità differita (IVA per cassa), cfr. art. 7, comma 1, D.L. 29 novembre 2008, n. 185 e art. 1, comma 3, D.M. 26 marzo 2009.

4 Cfr. Provvedimento 9 dicembre 2004 .

5:- Per l' indicazione del numero di codice fiscale, cfr. artt. 6, primo comma, lettera a) e 21, D.P.R. 29-9-1973, n. 605 .

- Per le modalità di fatturazione delle cessioni di veicoli adattati ad invalidi, cfr. art. 2, secondo comma, D.M. 16-5-1986 .

6:- Per la rettifica dei corrispettivi di cessione di fabbricati, cfr. art. 15, commi 1 e 1-bis, abrogato,D.L. 23-2-1995, n. 41 .

7 La disposizione si applica alle operazioni effettuate dal 1° gennaio 2010. Cfr. art. 5, comma 1 del provvedimento modificativo .

8:- Per le operazioni effettuate nel settore delle telecomunicazioni, cfr. D.M. 24 ottobre 2000, n. 366 .

9:- Per le modalità di fatturazione relative a cessioni di beni con prezzo da determinare, cfr. D.M. 15-11-1975 .

- Per le operazioni effettuate da imprese a mezzo di sedi secondarie che non provvedono direttamente all' emissione della fattura, per le cessioni di beni inerenti a contratti estimatori e per i passaggi di beni dal committente al commissionario, cfr. D.M. 18-11-1976 .

10:- Per l' idoneità dello scontrino e della ricevuta fiscale, cfr. art. 3, comma 3, D.P.R. 21-12-1996, n. 696, .

11 Le parole riportate in corsivo sono state così sostituite dall'art. 1, comma 1, lettera m), numero 2), D.Lgs. 11 febbraio 2010, n. 18.

12 Cfr. artt. da 141 a 148, D.P.R. 23-1-1973, n. 43.

13 Cfr. artt. 95, 98, 156 e 169, D.P.R. 23-1-1973, n. 43.

14 Le parole riportate in corsivo sono state così sostituite dall'art. 1, comma 1, lettera m), numero 3), D.Lgs. 11 febbraio 2010, n. 18.

15 La disposizione si applica dal 29 febbraio 2004. Cfr. art. 4 del provvedimento modificativo

 Print  
Minimize
Inoltra il tuo quesito e ti inviamo entro 8 ore lavorative un preventivo che indica costi e tempi di risposta.

Your Contact Information

Your Feedback

 Print  
Minimize
Free counters!
IL NETWORK   |   DECRETO IVA   |   IVA ENTI LOCALI O PUBLIC UTILITIES   |   ASSISTENZA MID CAP   |   INVIA UN QUESITO SPOT   |   NOTIZIE    |   RIMBORSO IVA
Copyright 2012 - 2050 Network Fiscale S.r.l. a socio unico
 
ankara escort pendik escort
antalya bayan escort
huluhub.com